Compagnia Teatrale "No, Grazie!"


Vai ai contenuti

Antonio e Cleopatra

“Antonio e Cleopatra”
(liberamente tratto da William Shakespeare)

Con:
Marco Sacchetti (
Antonio)
Rita Ciampa (
Cleopatra)
Riccardo Sgherri (
Cesare/Enobardo)
Chiara Cinotti (
Ottavia)
Laura Ramerini (
Charmian)
Franco Giunti (Messaggero/Lepido)

Regia: Dean David Rosselli

NOTE DI REGIA:
Lo spettacolo consta di un allestimento scenico sperimentale legato alla scissione sempre più netta tra Occidente ed Oriente, in cui l’esotico Egitto di Cleopatra e la Roma imperiale di Antonio risultano fisicamente divisi tanto nella scenografia quanto nei costumi.
Cleopatra, personaggio combattuto dentro e fuori, rivela contenere in sé molteplici nature. Colei che fu la più antica donna “moderna” che si ricordi, racchiudeva, forse in nome di tale modernità, altre anime, altre donne in sé. Lei che fu regina ed amante, guerriera e diplomatica, madre ed assassina, lei che fu folle dicono, lei che forse, semplicemente, amò.
Antonio, il coraggioso, forte, astuto Antonio, che perse ogni virtù e metà del mondo, dentro ad uno sguardo. Provò a combattere l’amore Antonio, oppose al sentimento la Ragione, il Compromesso, la Politica, eppure, perse. Ebbe Cleopatra, perse tutto il resto, e tutto cambiò.
Questo perché a volte, nella vita, accadono cose così grandi e gravi, che dobbiamo espanderci per contenerle, dobbiamo allargare la mente ed il cuore affinché non esplodano, dobbiamo “cambiare” per andare avanti. Cambiano i 2 amanti, nell’evolversi della vicenda essi cambiano, dirigendosi entrambi verso la tragedia, che ogni grande amore, porta con sé.
Particolare spazio è stato dato ad Ottavia, sorella di Cesare, mediatrice purtroppo inefficace di una Pace che chiese il pegno del suo amore e che lei, pur pagandolo, non riuscì a placare la Passione tra un ardito Antonio accecato dall’amore, e una Cleopatra…capricciosa.

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu