Compagnia Teatrale "No, Grazie!"


Vai ai contenuti

Come si cambia

"Come si Cambia…"
(liberamente ispirato a "La Signorina Papillon" di S. Benni)

Con:
Raffaella Micelli (Rose)
Riccardo Sgherri (Millet)
Franco Giunti (Armand)
Laura Ramerini (Marie-Luise)


Regia: Dean David Rosselli
Aiuto-regia: Barbara Taddei

Note di regia:
4 personaggi. 4 pari protagonisti. 4 personalità molto attuali, tra loro distinte, ma simili.
2 uomini e 2 donne che, per certi versi, si somigliano. Che in molti casi "ci" somigliano.
4 personaggi, ossessionati o tentati da un'idea: Essere accettati dagli altri, diventare qualcuno.
Lo spettacolo, intriso di pungente ironia e gaia malizia, mira a far riflettere sulle facili tentazioni cui si va incontro quando si cede al comodo Conformismo, all'invitante Superficialità,
al suggestivo desiderio di farsi accettare dagli altri, di sporgere dalla massa, costi quel che costi.
Perché prima o dopo, ognuno di noi è tentato dal lato oscuro della vita,
da quella voce dentro che sussurra di imboccare la via più breve, il gusto degli altri,
i modi socialmente "giusti" di fare le cose, anche se ciò prevede una rinuncia ingiusta,
una mancanza di rispetto, anzitutto, verso se stessi. Fino a trovarsi intinti in una vita di scelte dovute, che portiamo avanti come qualcosa di accettato e di, a quanto pare, immutabile.
Eppure: "Bisogna somigliare alle parole che si pronunciano".
E' questo che lo spettacolo sottolinea: scegliere una strada od un'altra non ha molta importanza.
Importa piuttosto percorrere la propria strada sentendo che ci rappresenta,
che "incastra" con noi, che ci somiglia (appunto), altrimenti…meglio cambiar strada.
Partendo da questa considerazione proponiamo al pubblico una riflessione sull'eterno conflitto tra Essere o Apparire, servendoci dell'unico mezzo che abbiamo e che ci somiglia, l'Arte, il Teatro.

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu