Compagnia Teatrale "No, Grazie!"


Vai ai contenuti

Ernest

“Érnest!”
(liberamente tratto da “L’importanza di chiamarsi Ernesto” di Oscar Wilde)

Con:
Jack: Marco Sacchetti / Laura Ramerini/ Riccardo Sgherri
Algernon: Riccardo Sgherri / Rita Ciampa/ Marco Sacchetti
Gwendolen: Marco Sacchetti / Rita Ciampa / Valentina Antonini / Raffaella Micelli
Cecily: Valentina Antonini / Riccardo Sgherri / Raffaella Micelli
Lady Bracknell: Chiara Cinotti
Miss Prism: Marco Sacchetti / Laura Ramerini
Rev. Chasuble: Chiara Cinotti / Laura Ramerini
Lane-Mariman: Laura Ramerini / Riccardo Sgherri / Valentina Antonini / Raffaella Micelli

Regia: Dean David Rosselli

Note di regia:

Una messa in scena particolarissima, quella ideata per questo classico della letteratura teatrale, che ha come punto di partenza l’Ambiguità in molte delle sue molteplici forme.
Anzitutto il testo, analizzato, studiato, e adattato mantenendo però la sua ironica trama ad intreccio.
Poi, i personaggi, ovvero uomini galanti, aggraziati e femminili forse più di molte donne, e donne decise, prepotenti e pratiche, come solo certi uomini sanno essere.Infine, gli attori, che per quanto vi sforziate, non chiariranno mai i vostri dubbi rispetto a quale personaggio interpretano. In “Érnest” ci sono personaggi maschili che restano maschili ma diventano donna, ci sono personaggi femminili tanto mascolini da tramutarsi in uomo.Se il teatro è dunque un gioco, qui tutti giocano con tutti, pubblico compreso, e proprio al pubblico, resta il giocoso compito di capir chi sia davvero Érnest. Forse, questo poliedrico Érnest non è nessuno, verrà da chiedersi, probabilmente…lo siamo tutti.


Foto di Scena: Luca Turini, Daniele Cecconi, Roberto Santini

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu