Compagnia Teatrale "No, Grazie!"


Vai ai contenuti

Rassegna stampa


........
Sabato 22 Febbraio 2014 - Romeo e Giulietta inizia dalla fine Shakespeare, il dramma è "rewind" - GrandiI attori per una serata di teatro che sarà difficile dimenticare, Stasera alle 21 al Teatro del Popolo di Castelnuovo d’Elsa, frazione di Castelfìorentino, per la stagione di prosa arriva una delle compagnie teatrali della Toscana che da sempre è impegnata in testi difficili e tesi all’innovazione: la compagnia “No Grazie” di Montopoli. Sul palco gli attori interpreteranno la commedia intramontabile dal titolo “Giulietta e Romeo: Rewind”, liberamente ispirata a “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare.
Nel cast figurano Cecilia Bartoli, Rita Ciampa, Chiara Cinotti, Franco Giunti, Alessandro Lo Conte, Riccardo Sgherri e Barbara Taddei. La regia e la drammaturgia portano la firma di Dean David Rosselli. La messa in scena dell’opera shakespeariana punta a un allestimento a dir poco sperimentale: infatti le principali vicende che accadono ai due celebri protagonisti veronesi, sono raccontate al... contrario. Ecco spiegato il motivo della parola “Rewind” che si trova ben specificata nel titolo della rappresentazione. Davvero una produzione unica nel suo genere e che non mancherà di incuriosire gli spettatori. La vicenda comunque è quella originale. La città è la bellissima Verona: i Montecchi odiano i Capuleti. Romeo Montecchi s’innamora di Giulietta Capuleti nel corso di una festa e si sposano in segreto. Poi una serie di vicissitudini, faide familiari, omicidi, fino all’epilogo dove Romeo pensa che Giulietta sia morta e si uccide: solo che l’amata si sveglia e si uccide pure lei.
“Tutto questo accade nel corso dello spettacolo, ma al contrario - scrive Rosselli nella nota di regia - nell’ingenuo tentativo di restituire ai due sfortunati amanti, un’ultima scena più degna di un... muoiono tutti”. Per il regista Dean Davide Rosselli, professionista del mondo del teatro e artista di fama, si tratta di una produzione innovativa che mette in luce l’estro e la fantasia di questo straordinario talento. Il tutto condito attraverso la bravura di un cast di attori di ottimo livello.
........
Martedì 5 Marzo 2013 - Teatro Moderno - Marylin e le altre cinque personalità "al bivio" - Giovedì 7 al Teatro Moderno di Agliana, nell’ambito del progetto per la diffusione della cultura teatrale «Oltre il sipario», va in scena la compagnia "No, Grazie!" nello spettacolo "Per Sempre", ideazione e regia di Dean David Rosselli. "Oltre il sipario" è curato dell’associazione La Bottega delle Maschere in collaborazione con associazione il Moderno, Comune di Agliana e Unione Italiana Libero Teatro (Toscana). Al termine dello spettacolo seguirà la premiazione "Donna dell’anno 2013" a cura dell’associazione "Insieme". Due eventi che si uniscono per mettere in evidenza la figura femminile in concomitanza con la "Festa della donna" e con le celebrazioni del centenario del Comune di Agliana. Protagoniste, le donne diventate celebri in tutto il mondo presentate nello spettacolo e una donna che si è particolarmente distinta nella comunità aglianese e che sarà premiata a sorpresa. "Per sempre" è un lavoro che nasce dalla voglia di affrontare un percorso teatrale sulle donne che al contempo sia un evento culturale, prendendo come punto di partenza cinque figure femminili di particolare rilevanza storica: Virginia Woolf, Frida Kahlo, Emily Dickinson, Marilyn Monroe e Simone de Beauvoir. Donne vissute tra successo e sofferenza. «Cinque grandi donne per cinque giovani attrici che hanno studiato, analizzato e preso confidenza con esse - spiega il regista - preparando teatralmente il personaggio di cui raccontano la storia attraverso frammenti di vita estratti dalle loro biografie. Uno studio su donne che hanno raggiunto la fama e la grandezza, che hanno sedotto e affascinato l’immaginario collettivo di razze e nazionalità differenti, ma pagandone il prezzo». «La riflessione che vogliamo lanciare e lasciare al pubblico è rivolta alle donne e agli uomini, nell’auspicio - conclude Rosselli - che le une comprendano le carenze, gli errori, le mancanze, ma anche le qualità, il coraggio, le virtù degli altri e viceversa». Piera Salvi
........
Martedì 10 Maggio 2011 - Teatro Bolognini - La scuola in scena Dai banchi al palco - Al via da domani al teatro 'Mauro Bolognini' la rassegna 'La scuola in scena', che taglia il lusinghiero traguardo della dedizione, a concludere il progetto 'A scuola di teatro', promosso dall'Assessorato all'Istruzione della Provincia di Pistoia e dall'Associazione Teatrale Pistoiese. Ben 5500 presenze tra docenti e studenti delle scuole medie superiori del territorio provinciale e tanti ancora attesi per le messe in scena, con spettacoli in calendario fino al 21 maggio. Domani alle 21 a portare in scena i copioni elaborati nel corso dell'anno sotto la guida di docenti ed operatori sarà l'istituto alberghiero 'Martini' di Montecatini con la compagnia 'No, grazie!' in 'Invito al viaggio'. Il progetto, ideato e diretto da Dean David Rosselli, ha sviluppato la propria tematica principale, il 'viaggio', esprimendone l'essenza in una messa in scena finale che, a partire dall'importanza che le lingue straniere dovrebbero avere all'interno di un contesto transnazionale come quello europeo, tenta di restituire a tali lingue la dignità, il rispetto e l'importanza che meritano, soprattutto all'interno di una pubblica istruzione oramai europea.
«La misura in cui -scrive Rosselli- questi studenti oggi toscani, saranno cittadini europei, risiederà nella loro capacità di inserirsi e crescere in una realtà sociale e lavorativa che non sarà limitata a un ambito pistoiese, toscano o italiano, ma lanciata oltre più ampi confini, l'Europa, il mondo. Il percorso è stato quindi duplice, sia teatrale che interlinguistico, un'esperienza collettiva e socializzante che ha affrontato, attraverso il teatro, l'intricato tema della comunicazione. Un viaggio, che con lingue straniere e linguaggi diversi, ha preso forma e si è dipinto, negli occhi dei suoi protagonisti». Interpreti Lorenzo Melani, Lisa Iacomelli, Eleonora Pratesi, Tommaso Simi, Sara Ne-sti, Samantha Nunziati, Ilaria Trovò, Michael Panelli, Nikolas Cioli, Jacopo Bossi, Marilena Sca-nu, Francesca Pupillo, Hanan Da-oudi, Francesco Dell'Olio, Viola Baroni, Francesca Landini, Federica Giuntoli, Giulia Marchetti, Chiara Ciardi e Anna Iervolino. Saranno quindi i ragazzi a restituire al pubblico la passione di questo lungo percorso, salendo anche quest'anno da protagonisti sulla scena.

........
Sabato 11 Febbraio 2011 - Mistero e ambiguità con "Ernest!" - IL TEATRO di Oscar Wilde a Castelnuovo d'Elsa - Stasera alle 21.30 al Teatro del Popolo di Castelnuovo, frazione di Castelfiorentino, la compagnia teatrale No Grazie presenta Ernest, liberamente tratto da L'importanza di chiamarsi Ernesto. Uno spettacolo che ha come punto di partenza l'ambiguità, nelle sue molteplici forme ed anche una messa in scena particolare, progettata appositamente per un classico della letteratura teatrale. Si presenta così Ernest, liberamente tratto da L'importanza di chiamarsi Ernesto del celebre Oscar Wilde, che la compagnia teatrale No Grazie, da anni impegnata nel mondo della scena, porterà sul palcoscenico del Teatro del Popolo di Castelnuovo d'Elsa. Una proposta originale anzitutto nel testo, analizzato, studiato e adattato mantenendo però la sua ironica trama ad intreccio e poi nei personaggi: uomini galanti, aggraziati, femminili, forse più di molte donne, che sono invece decise, prepotenti e pratiche, come solo certi uomini sanno essere. Insomma, un tocco di ambiguità non indifferente. Personaggi maschili e femminili che finiscono quasi per scambiarsi, per confondersi, al punto che diventa perfino un gioco arrivare a capire chi sia davvero Ernest. Forse questo poliedrico Ernest in realtà non è nessuno o probabilmente lo sono tutti.


........
Giovedì 26 Maggio 2011 - Dal lavoro di Oscar Wilde - Sul palco di Montopoli c'è "Ernest!" - Sul palco di Montopoli c'è "Ernest!", liberamente ispirato a "L'importanza di chiamarsi Ernesto" di Oscar Wilde. L'appuntamento è èer domani alle 21.30 nella Sala Pio XII. In scena Marco Sacchetti, Riccardo Sgherri, Valentina Antonini, Laura Ramerini, Rita Ciampa e Chiara cinotti per la regia di Dean David Rosselli. Una messa in scena particolarissima, quella ideata per questo classico della letteratura teatrale, che ha come punto di partenza l'ambiguità in molte delle sue molteplici forme.
........
Giovedì 12 Maggio 2011 - Alberghiero/1. "Invito al viaggio", un lavoro sulle lingue straniere - Studenti in scena al Bolognini - Di scena ieri sera al teatro Bolognini di Pistoia i ragazzi dell'istituto alberghiero Martini, selezionati nell'ambito della rassegna "La scuola in scena" organizzato e promosso dall'Associazione Teatrale Pistoiese.
"Invito al viaggio" è il titolo dello spettacolo degli studenti del Martini, ideato e diretto da Dean David Rosselli.
Il docente, insieme ai ragazzi, ha sviluppato la tematica principale del "viaggio", esprimendone l'essenza in una messa in scena finale che, a partire dall'importanza che le lingue straniere dovrebbero avere all'interno di un contesto transnazionale come quello europeo, tenta di restituire a tali lingue la dignità, il rispetto e l'importanza che meritano, soprattutto all'interno di una pubblica istruzione oramai europea.
L'alberghiero Martini, in questo senso, risulta all'avanguardia anche grazie all'investimento, che parte da tempi lontani ed è stato poi consolidato dalla dirigenza attuale, sulla terza lingua.
La necessità di comunicare "efficacemente" tra cittadini di uno stesso ambito, l'Europa appunto, è innegabile se pensiamo che gli studenti, una volta terminati i propri studi, necessiteranno di mezzi atti non solo a farsi capire, ma a cercare casa, a trovare lavoro, ad instaurare nuove amicizie, a compiere i propri doveri, a far valere i propri diritti, ad esprimere se stessi, magari lontano dal luogo di origine.
Il percorso è stato quindi duplice, sia teatrale che interlinguistico. Un viaggio, che con lingue straniere e linguaggi diversi, ha preso forma e si è dipinto, negli occhi dei suoi protagonisti.

........
Mercoledì 11 Maggio 2011 - L'Alberghiero debutta con "Invito di viaggio" - Stasera alle 21 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini il primo appuntamento della rassegna "La scuola in scena".
Protagonisti gli studenti-attori della compagnia "No, grazie! (www.nograzie.org) dell'Istituto professionale alberghiero di Montecatini Terme con lo spettacolo "Invito al viaggio", tratto da autori vari con rielaborazione e regia del professor Dean David Rosselli. Ecco tutti i nomi degli interpreti: Lorenzo Mela-ni, Lisa Iacomelli, Eleonora Pratesi, Tommaso Simi, Sara Nesti, Samantha Nunziati, Ilaria Trovò, Michael Panelli, Nikolas Cioli, Jacopo Bossi, Marilena Scanu, Francesca Pupillo, Hanan Daoudi, Francesco Dell'Olio, Viola Baroni, Francesca Landini, Federica Giuntoli, Giulia Marchetti, Chiara Ciardi, Anna Iervolino.
«Il progetto - commenta il prof. Rosselli -, fortemente promosso dall'Alberghiero "Martini", ha sviluppato la propria tematica principale, il "viaggio", con una messa in scena finale che, a partire dall'importanza che le lingue straniere dovrebbero avere all'interno di un contesto transnazionale come quello europeo, tenta di restituire a tali lingue la dignità, il rispetto e l'importanza che meritano, soprattutto all'interno di una pubblica istruzione oramai europea. La necessità di comunicare "efficacemente" tra cittadini di uno stesso ambito, l'Europa appunto, è innegabile se pensiamo che gli studenti, una volta terminati i propri studi, necessiteranno di mezzi atti non solo a farsi capire, ma a cercare casa, a trovare lavoro, ad instaurare nuove amicizie, a compiere i propri doveri, a far valere i propri diritti, ad esprimere se stessi, magari lontano dal luogo di origine. La misura in cui questi studenti oggi toscani, saranno cittadini di un domani europeo, risiederà in gran parte nella loro capacità di inserirsi, e crescere, in una realtà sociale e lavorativa che non sarà limitata ad un ambito pistoiese, toscano od italiano, ma lanciata oltre più ampi confini, l'Europa, il Mondo. Il percorso è stato quindi duplice, sia teatrale che interlinguistico, un'esperienza collettiva e socializzante che ha affrontato, attraverso il teatro, l'intricato tema della comunicazione, linguistica o meno. Un viaggio, che con lingue straniere e linguaggi diversi, ha preso forma e si è dipinto, negli occhi dei suoi protagonisti».

........
Martedì 10 Maggio 2011 - La scuola in scena al Piccolo teatro Bolognini - Sul palco gli spettacoli dei ragazzi di sette istituti pistoiesi - Con la rassegna "La scuola in scena", che taglia il lusinghiero traguardo della tredicesima edizione, si avvia la fase conclusiva del progetto "A scuola di teatro", promosso dall'assessorato all'istruzione della Provincia e dall'Associazione teatrale pistoiese: un progetto di grande successo che, anche quest'anno, grazie a contenuti di qualità, è riuscito a coinvolgere nella visione di spettacoli ed incontri con autori, registi ed attori, oltre 5500 presenze tra docenti e studenti delle scuole medie superiori del territorio provinciale.
La rassegna rappresenta un evento molto atteso da tutte le scuole.
Da domani a sabato 21 maggio sul palcoscenico del Piccolo teatro Mauro Bolognini di Pistoia e del Teatro Pacini di Pescia saranno protagonisti i gruppi teatrali di 7 istituti superiori (a Pistoia il Liceo classico Forte-guerri, Ite Pacini, istituto Einaudi) impegnErti a portare in scena i copioni elaborati nel corso dell'anno sotto la guida di docenti ed operatori: dalla riproposizione di capolavori della commedia musicale come "Grea-se" e "Rugantino" a testi liberamente ispirati ad opere di grandi classici (Shakespeare, Dante, Hugo), fino ad~escursioni nell'universo poetico/letterario di autori come Baudeleire, Goethe, Ionesco e Pasolini o nella drammaturgia contemporanea internazionale.
«In questi tredici anni -commenta Paolo Magnanensi, assessore all'Istruzione della Provincia di Pistoia -l'amministrazione ha cercato di favorire e sostenere l'attività teatrale nelle scuole del nostro territorio, garantendo la qualità della proposta destinata agli studenti e l'originalità del teatro prodotto dai giovani. L'attività laboratoriale, da cui scaturiscono gli spettacoli presentati nella nostra rassegna, consente un ampio spazio di socializzazione, conoscenza e pratica delle singole potenzialità espressive dei giovani».
«Il progetto "A scuola di teatro" - aggiunge Giuseppe Grattacaso, presidente dell'Associazione teatrale pistoiese - è un'attività in cui crediamo profondamente. La rassegna "La scuola in scena" è da noi seguita ogni anno con particolare impegno e cura, perché ci consente un contatto prolungato con gli studenti, con gli insegnanti e gli istituti scolastici. L'Atp, nella volontà di essere un punto di riferimento nella costruzione di una cultura teatrale per i giovani, mette a disposizione le proprie competenze e la propria passione affinché i ragazzi trovino nell'esperienza del 'fare teatro' un terreno pronto a ricevere le loro potenzialità espressive è, nella sfida con il palcoscenico, l'occasione preziosa per mettere in campo timori e aspettative, sogni, relazioni e affetti».
........

Domenica 28 Novembre 2010 - Teatro di Lamporecchio - Le sei donne di Garcia Lorca - Al via il concorso di teatro amatoriale «Le chiavi del teatro», al Teatro comunale di Lamporecchio, stasera alle 21,30. In scena l'ultimo lavoro di Garcia Lorca, composto poco prima che l'autore fosse ucciso dai falangisti di Franco, «La casa di Bernarda Alba», liberamente rielaborato dalla compagnia «No Grazie». Lo spettacolo accosta un classico ad una cornice di natura sperimentale, per la regia di Dean David Rosselli. Un modo per rendere omaggio a uno dei maggiori poeti spagnoli di tutti i tempi.
Il testo di Lorca sposta l'attenzione, immaginandosi che sia una donna vittima e carnefice di se stessa, Bernarda Alba, rimasta vedova due volte, sola con cinque figlie, con le quali si rinchiude in casa per un lutto stretto che durerà otto anni. Un mondo femminile che vive la casa come un sepolcro, costretto a rinunciare alle pulsioni sessuali, rinnegando se stesse e i propri desideri in una discesa all'inferno sconvolgente, di cui lo scrittore mette in evidenza con altrettanta violenza le pulsioni più segrete, i più riposti pensieri.
Solo la maggiore fra le cinque ragazze, Angustias, potrebbe sposarsi perché è l'unica ad avere una dote. Ma il suo giovane e prestante fidanzato, concupito da tutte, in realtà ama la più giovane delle sorelle, Adela, che preferirà uccidersi piuttosto che rinunciare a lui. Interpreti del dramma di Bernarda Alba saranno: Chiara Cinotti (Bernarda Alba), Raffaella Micelli (Ponzia) Sabina Marmeggi (Amelia; Maria Josefa), Barbara Taddei (Maddalena), Valentina Antonini (Angustias), Rita Ciampa (Martirio) e Laura Ramerini (Adela). La compagnia, il cui regista e direttore artistico è David Rosselli, prende il nome da un celebre monologo di Cyrano de Bergerac e si propone di rappresentare il Teatro che gli scorre dentro, rendendo complici i suoi attori con l'idea che l'Arte debba far «riflettere» sulla vita, debba far viaggiare, vedere e vivere meglio chi la promulga e chi l'ascolta.

di FAUSTINA TORI
........

Martedi 1 Giugno 2010 - Concluso con uno spettacolo il corso rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte - All'Alberghiero si studia anche il teatro - Montecatini - Un vero successo il corso di teatro organizzato all'istituto alberghiero Martini per i ragazzi del turistico. Si è trattato di una esperienza nuova ma molto positiva per gli studenti delle quarte e delle quinte che hanno aderito ad un progetto voluto dal preside Adelmo Pagni e dalla vice preside Lorenza Lorenzini.
Non è stato un semplice corso di recitazione, ma un percorso con finalità didattiche e relazionali specifiche.
In primo luogo, grande attenzione è stata data alla necessità per i giovani, oggi più che mai, di uscire dai confini italiani e acquisire competenze culturali e linguistiche che gli consentano di sentirsi cittadini d'Europa e del mondo. Per questa ragione, il loro insegnante, Dean David Rosselli (regista e attore della compagnia teatrale "No, grazie!") ha proposto la drammatizzazione di testi di letteratura moderna e contemporanea nelle lingue straniere inserite nel piano di studi dell'istituto: francese, spagnolo, inglese, tedesco. E scegliendo pezzi di autori più o meno noti, con l'obiettivo di dar vita ad un vero e proprio viaggio, sia metaforico che geografico, tra i vari paesi europei.
"Invito al viaggio" è il titolo scelto per lo spettacolo d'avanguardia andato in scena pochi giorni fa alla polisala Gambrinus di Borgo a Buggiano. Gli attori si sono cimentati in una difficile prova, mettendo in gioco in maniera originale anche le competenze acquisite con la pratica di ricevimento, sala-bar e cucina sostenuta tra le mura scolastiche. A conferma che la vita è un grande teatro.

........

Giovedi 6 Maggio 2010 - Al Gambrinus l’invito al viaggio dei ragazzi dell’alberghiero - Borgo a Buggiano - È andato in scena ieri sera alla Polisala Gambrinus lo spettacolo interlinguistico “Invito al viaggio", realizzato dai ragazzi del'indirizzo turistico del’istituto alberghiero Martini.
Obiettivo della scuola è fornire agli allievi la possibilità di confrontarsi e mettersi in gioco con un vero e proprio corso di teatro, attraverso le quattro lingue straniere offerte dai suoi programmi didattici (francese, inglese, tedesco, spagnolo).
Il progetto è stato ideato e diretto da Dean David Rosselli, regista della compagnia teatrale "No, Grazie!" e la tematica principale era, ovviamente, il "viaggio". La misura in cui questi studenti oggi toscani, saranno cittadini di un domani europeo risiederà in gran parte nella loro capacità di inserirsi, e crescere, in una realtà sociale e lavorativa che non sarà limitata ad un ambito pistoiese, toscano o italiano. Sul palcoscenico, i ragazzi hanno saputo cogliere lo spunto, percorrendo in chiave avanguardistica un cammino di emozioni in prosa e poesia. Ali interno pezzi più o meno conosciuti della letteratura straniera sono stati cuciti in modo originale. Il percorso è stato duplice, sia teatrale che interlinguistico.
Un'esperienza socializzante che ha affrontato, attraverso il teatro, l'intricato tema della comunicazione. Il viaggio, con lingue straniere e linguaggi diversi, ha preso forma e si è dipinto negli occhi dei protagonisti. Questi i nomi degli attori: Marianna Martorana, Sara Nesti, Francesca Landini, Claudia Salmuccl Martina Testa, Alberto Bresci, Daiana Bachi, Nikolas Gioli, Jacopo Bossi, Marilena Scanu, Francesca Pupillo, Hanan Daoudi, Francesco Dell'Olio, Viola Baroni, Federica Giuntoli, Giulia Marchetti, Cecilia Cantini, Chiara Ciardi, Anna Iervolino.

........

Sabato 20 Marzo 2010 - Come si cambia - Stasera alle 21.30, nuovo appuntamento al Quaranthana Teatro Comunale di San Miniato con la compagnia "No, Grazie!" che presenta Come si cambia, regista Dean David Rosselli. Protagonisti 4 personaggi, 2 uomini e 2 donne che, per certi versi, si somigliano. "Bisogna somigliare alle parole che si pronunciano". E' questo che lo spettacolo sottolinea: Scegliere una strada o un'altra non ha molta importanza.


Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu